Paranormal Activity (saga)

SERIE: Perle orrorifiche// thriller// splatter ♥
 
A volte non è il massimo dello sprint in quanto a ritmo, e come trovata di stile mockumentary con "terrore in diretta" non è tra le più originali che ricordi (basta pensare a "The Blair Witch Project" o "[●REC]" per esempio); ma comunque ho molto gradito questo film e i suoi successori!
"Paranormal Activity" parla di Katie e Micah: due fidanzati nella quale casa si sentono rumori strani ed accadono fatti inspiegabili. Deciso a capire che cosa stia succedendo, Micah si arma di videocamera e decide di riprendere la loro vita di tutti i giorni. Lasciando la videocamera accesa a riprendere anche durante la notte nella loro camera da letto, scopriranno che è proprio durante le buie e silenziose ore notturne che le manifestazioni peggiori iniziano ad accadere...

Questo secondo capitolo della fortunata saga sulle attività paranormali è ambientato a casa di Kirsti, sorella della Katie del primo episodio; ed è un prequel che ci porta a 60 giorni prima dei fatti accaduto nel primo film.
Katie e suo marito Daniel vivono in una lussuosa villa con i loro figli. Un giorno, trovando la casa sottosopra al loro rientro; la coppia decide di installare delle videocamere di controllo in tutta la casa.
Anche qui inizieranno ad accadere stranezze di ogni sorta: rumori, porte che sbattono, oggetti che cadono, luci che si accendono e spengono....

Grazie a delle vecchie videocassette ritrovate nella cantina della villa di Kirsti, in questo terzo ed ultimo episodio della trilogia torniamo ancora più indietro nel tempo, nel 1988.
"Paranormal Activity 3" è un prequel-del-prequel che ci fa vedere la vita delle due piccole Katie e Kirsti: giocano, scherzano, litigano... ma Kirsti ha un amico immaginario che tanto immaginario non è.
Insospettito dagli strani rumori che continuano a sentirsi nell'abitazione, il compagno della madre delle due sorelline; Dennis, installa delle videocamere in alcune stanze.
Fatti inspiegabili e terrorizzanti si susseguono, fino ad arrivare all'epilogo finale... 
(Se siete interessati ad approfondire l'argomento e non resistete a googlare il titolo, NON LEGGETE LA TRAMA SU WIKIPEDIA, CHE COME AL SOLITO STRONCA TUTTI I FINALI ELARGENDO SPOILER A PIU' NON POSSO!)

In conclusione:
Tutti gli episodi della trilogia sono dei mockumentary (traducibile in "falsi documentari" NdR.) girati interamente con camera a mano.
Generalmente il ritmo non è troppo movimentato, a parte nel secondo capitolo, che tra i tre è decisamente il più farcito di scene che fanno saltare dalla sedia.
"Paranormal Activity" fa molta leva su "BUUU!" vari ed eventuali per incutere terrore: botte, ombre nascoste, oggetti che si animano improvvisamente... ma a volte tra un momento di scagazzo ed un altro, si ha l'impressione di aspettare un pò troppo a lungo.
Il finale del terzo, ci spiega sì il tutto: il perché questa entità tormenta le due sorelle sin dalla tenera infanzia, il perché nel secondo episodio sparisce il bambino maschio.... ma onestamente lascia un pò l'amaro in bocca. Non farò spoiler, ma il voler spiegare a tutti i costi il perché e il per come, in generale forza troppo qualsiasi saga ben riuscita, togliendo il gusto del mistero e dell'inspiegabile per lasciare spazio a spiegazioni ben poco paranormali.
Comunque sia, che dir se ne voglia, "Paranormal Activity" è partito come film a bassissimo budget ed è diventato un record di incassi!
C'è chi ne parla bene (come la sottoscritta) e chi ne parla male come Dario Argento.... Caro Dario, io ti adoro; ma dopo i tuoi ultimi caGolavori non puoi certo permetterti di criticare negativamente questo film :-)

Nessun commento:

Posta un commento

Commenti? Critiche? Spara la tua!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...