Smash Cut

Serie: Film minormente orridi, ma pur sempre BRUTTI!!!
Voleva essere una parodia? Non fa ridere.
Voleva essere un horror? Non fa paura.
Voleva essere uno splatter? Non fa impressione.
Qualsiasi cosa cercasse di voler trasmettere, "Smash Cut" riesce solo a far cagare.

    [ATTENZIONE: DI SEGUITO È SCRITTA LA TRAMA PER ESTESO]     
Able Whitman è un regista di horror fallimentari, che ha l'incredibile capacità di riceve insulti dal pubblico in sala prima ancora che il suo film sia stato proiettato.
Accomunando la sua passione per le mignotte e l'idea di voler rendere più reali i suoi film, ha la geniale trovata di ammazzare una lap dancer di nome GIGI (perché non MARIO allora?) ed utilizzarne il cadavere nel suo prossimo caGolavoro.
Allarmata dalla scomparsa della sorella GIGI, April assume il detestabile detective Isaac Beaumonde - fratello di Jovanotti a giudicare dal sigmatismo che stronca la famiglia.
Isaac propone ad April di fare un provino per il prossimo film di Able, visto che l'uomo fu l'ultimo ad aver visto GIGI vivO; e grazie alle sue grandi doti recitative, la ragazza ottiene la parte di protagonista. Non appena valica la porta del set, la prima cosa che vede April è il corpo della sorella morta; ma ovviamente non la riconosce!
Iniziano le riprese, ed Able si rende conto che servono molto più sangue e molte più fette di salme decomposte per terminare la sua opera; così inizia ad uccidere a cazzo di cane chiunque: giornaliste, produttori, escort dei produttori, truccatori di scena, fotografi, porta microfoni e via discorrendo. Durante i vari ciak, April viene a contatto con sangue e molteplici organi recisi; ed in una scena, bacia addirittura la testa mozzata della propria sorella... sempre senza riconoscerla, si intende!
Fatto sta che durante la proiezione di un film inedito, con un astutissimo tranello degno di Pippi Calzelunghe, il detective Isaac trae in inganno Able; che riesce a scappare e tenta di uccidere anche April. A questo punto, si assiste ad una esilarante lotta tra il regista e l'investigatore: uno lotta con un'ascia, l'altro con nientepopòdimenoche... UN BASTONE DA PASSEGGIO BLU. La meglio su Whitman, l'avrà Beaumonde con il suo bacchetto di legno; ne dubitavate?
                                      [FINE SPOILER]                                         

Ci sono tanti di quei motivi per la quale compatire questo film, che se li elencassi uno ad uno dovrei scrivere per 36 ore a fila.
Uno dei motivi principali sono sicuramente gli stupidissimi dialoghi, tra i quali spicca:
"Able, dove hai comprato quell'arpione?"
"In un negozio di arpioni.
....MA NON ME LO DIRE, PENSAVO IN PASTICCERIA!!!

L'altro motivo/aggravante, sono gli scarsissimi effetti speciali, che definirli pietosi, brutti, mia nonna li saprebbe fare meglio; è comunque un complimento. Le scene principali dove ne abbiamo esempio sono:
  • quando a 1 minuto dall'inizio del film, a una bionda viene tolto un occhio: è chiaro a tutti che invece di un "occhio", trattasi in realtà di una palla da tennis dipinta di bianco con qualche macchia di sangue.
  • quando Able Whitman lascia un'impronta digitale insanguinata nella cornea di Gigi, occhio evidentemente fatto di carta igienica riciclata.
  • quando Able Whitman, dopo aver decapitato una giornalista, appoggia la sua testa sul tavolo (la testa di un manichino della Standa sarebbe stata più credibile).
  • quando Able Whitman porge ad April la testa della sorella, si nota che la testa è palesemente di un manichino della Standa! (mi sbagliavo: il risultato non è comunque credibile).
  • quando Able Whitman toglie gli occhi alla sua ennesima vittima, si nota che la cavità oculare è costruita con ottimo Pongo! Plasmato molto male però.
  • ...ci saranno sicuramente alti esempi che ho rimosso dalla memoria....

La scena dove April tiene in mano un cuore, l'organo è vero ed apparteneva a un maiale; ma quest'unico dettaglio non migliora la mediocrità del tutto.
Così come non migliora il tutto la presenza di David Hess e Sasha Grey, iper-topa e memorabile interprete di film hard. Sicuramente i più continueranno a ricordarla per le sue variegate interpretazioni anali che non per questa scarsissima pellicola.
Per concludere, posso dire che "Smash Cut" è un prodotto pessimo, fatto da culo, con una trama insulsa, stupido e totalmente inutile.
DA EVITARE COME LA PESTE.

2 commenti:

  1. Volevo solo ricambiare la visita, ma sono rimasto piacevolmente sorpreso dal tuo blog! Scrivi molto bene, sei divertente e condivido molte delle tue opinioni. In Smash Cut, ad esempio, hai evidenziato le stesse becerate sulle quali mi sono soffermato anch'io. Ti aggiungo immediatamente alla mia lista di "blog consigliati" e ti seguirò volentieri :).
    Alla prossima!

    RispondiElimina
  2. Ma grazie caro, mi fa molto piacere ^^ Adesso torno anche io sul tuo e do un'occhiata più approfondita! Se hai un banner o simili ti aggiungo subito a mia volta ai "consigliati" ;)

    RispondiElimina

Commenti? Critiche? Spara la tua!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...