Adam Chaplin

SERIE: Capolavori di straordinaria bruttezza!
"Adam Chaplin" è una paccottiglia improponibile contente frasi fatte (MALE), idee prese da fumetti e cartoni animati, tonnellate di sangue realizzato in pessima computer grafica, dialoghi indecenti ed attori imbarazzanti, trashate assortite... Insomma diciamolo: è da classificarsi come Capolavoro!
"So bad it's good" non è mai stato un modo di dire tanto azzeccato per un film, motivo per la quale non me la sento di classificarlo come film di merda nonostante lo sia; ma non trattandosi nemmeno di una perla horror, si merita addirittura una nuova etichetta di catalogazione!

La pellicola è diretta da Emanuele De Santi: un figarone fisicatissimo dai riccioli d'oro che oltre ad essere il regista, copre il ruolo di protagonista, ha scritto lui il tutto ed è pure compositore della colonna sonora. Un figarone pieno di sé che non perde mai occasione per mostrasi in tutta la sua beltade scolpita nel marmo: mentre cammina stile "Zoolander" verso i cattivi col chiodo in pelle ben aperto, mentre si fa la doccia, mentre perde casualmente gli abiti intanto che smembra qualcheduno.
A parte la spiccata presenza scenica di De Santi, notiamo subito che il sangue presente nel film è stato aggiunto in una post-produzione diretta senza ombra di dubbio da una scimmia ubriaca. Quando lo splatter invece è "fisicamente" presente nel set, si tratta molto probabilmente di vernice color magenta o di marmellata di ciliege; il che rende le scene molto festose ed aggiunge quel tocco di colore in più che non guasta mai.
Finita la premessa, parto col raccontarvi nel dettaglio questa magnifica opera.

[ATTENZIONE: DI SEGUITO È SCRITTA LA TRAMA PER ESTESO]
Nella ridente città di Heaven Valley vive un mafioso deformato dalla voce satanica che indossa sempre una maschera con una croce capovolta di nome Denny Richards. Ad Heaven Valley vive anche Adam Chaplin con la sua adorata moglie Emily, che ha la sfortuna di avere un debito con il cattivo della situazione; motivo per la quale Denny brucia viva la donna.
Per vendicare la moglie, Adam fa un patto con il Demonio e si trasforma in un vendicatore con una croce ribaltata scarnificata sulla spalla destra. Il nostro eroe (se così lo vogliamo definire) ha inoltre svariati  poteri sovrumani tipo: farsi venire gli occhi bianchi a comando quando gli girano le palle, ricoprirsi di sangue anche quando non sta uccidendo nessuno, parlare con la voce del cantante dei Cannibal Corpse quando ne ha voglia, sferrare cazzotti a velocità smodata manco fosse "Ken il Guerriero".
La sua ricerca di Denny parte in maniera intelligente: interroga in maniera poco garbata i criminali della città per sapere dove trovarlo e li scuoia qualora non siano in grado dargli informazioni utili. 
Gli investigatori arrivano nel luogo dove il primo delinquente è stato macellato, e qui notiamo uno degli altri millanta simpatici deficit nel budget del film a parte il sangue marmellatoso: gli elmetti dei poliziotti recano la scritta "HVPD" (Heaven Valley Police Department, NdR.) fatta evidentemente con del nastro adesivo da elettricista, ove la "D" è schiacciata in un angolo che quasi fa a botte per ottenere il suo spazio su quel casco. 
Un agente si reca nel sotterraneo dove si trova il cadavere, ed osservandolo inorridito; chiama il capo affermando che il morto è "un uomo di una trentina d'anni circa"... Ma come fa a dedurlo visto che il corpo NON HA PIÙ LA FACCIA?!? Questo sbirro deve aver studiato proprio tanto!
Adam, che a quanto pare era rimasto lì a rimirare il carnaio che aveva appena compiuto; viene arrestato e portato in centrale, dove facciamo la conoscenza del capo della polizia: un attorone che recita in maniera oserei dire circense. Ma ora facciamo anche la conoscenza ufficiale del Demone che abita nella spalla destra (sì sì, proprio nella spalla destra) del protagonista: un essere ripugnante che ha l'aspetto di un Gollum che si è appena immerso nel sangue e la voce del Dottor Finkelstein di "Nightmare Before Christmas"!
Inutile dire che Adam e il suo fidato amico Gollumstein (o Finkellollum) compiono un massacro radendo al suolo un reparto della centrale e riducendo il detective ad una ridicola testa di plastica semovente con delle zanne di 5 centimetri.
Mentre restiamo sempre più perplessi dagli effetti speciali, assistiamo ad un flashback del protagonista che ricorda i tempi nella quale era insieme alla sua Emily. Una burlona che lo porta davanti ad una grotta e gli confessa che quando era piccola si nascose là dentro mentre i suoi genitori la cercarono per ben un'ora. Che senso ha questo dialogo? Non lo sapremo mai.
Finito il siparietto inutile, Adam ed il coinquilino che vive a scrocco nella sua spalla destra si fanno un altrettanto inutile conversazione durante la quale ad un certo punto; guardando fuori dalla finestra, Gollumstein (o Finkellollum) esordisce con un fantastico: 
"Che cielo di merda! Andiamo a farci un giro.Altro dialogo totalmente privo di nesso logico dalla quale ne usciamo con un'inquadratura di Figarone-Adam che si muove a rallentatore sotto la pioggia come se fosse una pubblicità della "Pantene".
Adesso entra in scena Mike Carrera - per gli amici Nargaroth o Carrera-black metal: un ex militare dal volto grottesco che peggiora il tutto con un face painting fatto proprio male ed una parrucca arruffata. Un individuo tranquillo che gira con due pratiche mannaie in tasca ed ha un delizioso timbro vocale metallico che nemmeno i Kraftwerk riuscirebbero a concepire.
Mentre cammina sbatte per caso contro due tossicodipendenti di bella presenza (vedi foto sotto) impegnati in uno scambio di battute davvero improbabile, anche loro dotati di voci talmente distorte da far scompisciare.
Una spinta non è la fine del mondo, ma non raccontatelo agli adoni qui sopra che iniziano ad insultare Nargaroth e addirittura tirano fuori una pistola. Finiranno brutalizzati, ma Carrera-black metal viene prontamente arrestato per aggressione e portato in centrale.
Ora spuntano due poliziotti che OVVIAMENTE hanno voci storpiate ed un look inaffrontabile: uno è butterato e con un occhio guercio, l'altro ha mezza testa rasata, un codino color biondo-cacca-di-piccione, una catenella per tirare l'acqua del water appesa all'orecchio; e delle lenti a contatto "Sclera" che saranno costate più di produzione, montaggio e distribuzione del film messi insieme.
I due ricattano Nargaroth intimandogli di andare nel blocco della centrale precedentemente distrutto da Adam in cambio dell'annullamento della denuncia a suo carico, e Carrera ne uscirà solo con una foto bruciacchiata dell'altrettanto bruciacchiata moglie di Adam. Sicché Guercio Scabercio dice a Nargaroth di andare nell'obitorio per vedere la salma dell'adone che aveva ucciso: un obitorio con una testa di rarissimo orso-piranha [cit. l'amica con la quale l'ho guardato] appesa all'ingresso. Mah...
Nell'obitorio troviamo Denny che sta resuscitando il corpo del tossico ucciso il giorno prima da Nargaroth. Prima che il cattivone chieda a Carrera-black metal di trovare Adam parte un luuuungo discorso sul come e perché Danny è sfigurato, su come si è curato con una sostanza radioattiva, sul suo cane e la sua famiglia; insomma tutte cose della quale a noi fondamentalmente non frega niente.
Cambio di scena spettacolare: un barbone raccoglie una sporta di plastica che emette vagiti e improvvisamente gli arriva un gavettone di benzina lanciatogli dal tossico visto poco prima in obitorio, quello ucciso da Nargaroth e resuscitato da Denny... TUTTO QUESTO NON HA ALCUN SENSO!!!
Altro cambio di scena da far girare la testa: ora Guercio Scabercio e A' Belli Capelli conducono Nargaroth nel luogo dove ritengono si nasconda Adam, un barocco edificio a forma di croce al contrario. Carrera-black metal inizia la sua esplorazione, ed imbattendosi nel protagonista Figarone finirà maciullato da una raffica di pugni e scaraventato sulla macchina dei due poliziotti in attesa.
Guercio Scabercio scappa per dirigersi da Denny lasciando A' Belli Capelli da solo. Rivelazione del film: la coppia di bellezze sono i figli di Denny, il quale vedendo arrivare solo Guercio Scabercio chiama A' Belli Capelli sul cellulare giusto in tempo per sentire le grida del figlio che viene impalato da Adam. L'amorevole genitore non prende per niente bene l'accaduto e raduna le forze speciali.
Una volta arrivati, Denny spara un proiettile contro la finestra dell'edificio dove si trova Figarone e la costruzione salta in aria (!!!!!!). Il boato genera una vera e propria carneficina: poliziotti che bruciano, altri alla quale esplode la testa, altri ancora perdono gambe e braccia... Adam invece ne esce indenne e pulito come il sedere di un bebè reggendo l'asta nella quale è ancora impalato A' Belli Capelli, che con nostra grande sorpresa NON è ancora morto!
Dopo due passi Figarone rimane a torso nudo per continuare a deliziarci con la visione del suo fisico da boy builder, e finita la sfilata; prosegue la carneficina condita da pugni a raffica, sangue a fiumi, altri poliziotti smembrati in malo modo eccetera eccetera... 
Durante tutto ciò, non si capisce bene perché ma Denny spara al figlio Guercio Scabercio e gli schiaccia la testa con un calcio. Siamo alla resa dei conti tra il super cattivo e il super figo, una scena molto "Matrix" che dura circa venti secondi. Venti secondi farciti di sangue rosa-shock, dialoghi che non si possono ascoltare senza ridere, pugni alla cartone animato, moncherini di poliziotti sparsi in qua e là.
I "buoni" hanno la meglio, come da accordo Gollumstein (o Finkellollum) si prende l'anima di Adam, lui rivede lo spirito della moglie; e perirono tutti infelici e imbrattati di sangue.
[FINE DELLA STORIA]

Giunti ai titoli di coda rimangono parecchi punti oscuri. Ad esempio non si capisce perché ad Heaven Valley abbiano tutti le voci distorte ed i lineamenti abominevoli, né perché la città sia perennemente invasa da una coltre di fumo aggiunto a computer, né perché sia tutto così tremendamente blu, né perché il sangue degli abitanti sia rosa-fastidio, né perché il protagonista si chiama Adam Chaplin (omaggio al grande comico?).
Comunque per essere una infima creazione made in Italy e nonostante l'aspra stroncatura, devo ammettere che come film meriterebbe un premio; il premio "per averci provato"!
Goffo ed esilarante, a volte si ha l'impressione di essere davanti ad una becera caricatura o un film demenziale, ragion per cui suggerisco seriamente e a tutti di guardarlo!
Dove reperirlo? QUI, pronto da gustare in tutta la sua sfacciata bruttezza!

Ringrazio Federico per avermelo consigliato, Jessica e Lucio per la visione e gli spunti dati; la "Necrostorm" che l'ha prodotto e chiunque abbia lavorato per partorire una boiata simile.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenti? Critiche? Spara la tua!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...